La Storia

La Scuola di formazione per Operatori Shiatsu LAFONTE si è sempre interessata di volontariato, sin dalla sua nascita, nel lontano 2006. Ha iniziato a promuovere l'attività di volontariato tramite un primo gruppo di volontari inserito presso alcune case di riposo ed altre strutture, attraverso la stipula di Convenzioni con gli enti coinvolti.

In questo modo è iniziata l'esperienza di volontariato presso la casa di riposo di Seriate e presso il centro Alzheimer di Treviolo dove è stato fatto un ciclo di trattamenti Shiatsu con monitoraggio da parte del personale sanitario e pubblicazione su rivista scientifica dei risultati ottenuti.

Successivamente, è iniziata l'esperienza di volontariato in favore degli anziani presso la casa di riposo di Albino e, qualche anno più tardi, la Scuola ha proposto un percorso formativo di Shiatsu, sempre sotto forma di volontariato, in favore di alcune detenute della sezione femminile del Carcere di Bergamo, nonché di una Comunità di accoglienza per ex detenute.

Con il passare degli anni, il gruppo di volontari costituito da operatori Shiatsu e/o da allievi della Scuola è diventato sempre più numeroso, tanto che la Scuola ha pensato bene di creare una struttura al proprio interno ben organizzata e regolamentata, denominata LAFONTE VOLONTARIATO, allo scopo di seguire i progetti di volontariato in corso ed in programmazione.

E' così che la Scuola ha dato vita a LAFONTE VOLONTARIATO, per permettere agli allievi, nonché operatori della Scuola LAFONTE ed a chiunque fosse interessato, di incamminarsi per la meravigliosa esperienza del volontariato Shiatsu in favore di persone disagiate (anziani degenti presso case di riposo, disabili, malati mentali, ecc.).

LAFONTE VOLONTARIATO propone due tipi di progetti di volontariato:

  • progetti di volontariato appositamente per allievi della Scuola LAFONTE, grazie ai quali gli allievi, oltre a vivere l’esperienza del volontariato, possono compiere un periodo di tirocinio presso delle strutture idonee (case di riposo, asili nido, ecc.) che, al termine del periodo, rilasceranno un attestato relativo alle ore di tirocinio svolte
  • progetti di volontariato per Operatori Shiatsu (che hanno già conseguito il diploma) che saranno rivolti a delle categorie specifiche di utenti finali, con delle problematiche e patologie un po’ più complesse che richiedono, dunque, una maggiore esperienza nel campo dei trattamenti Shiatsu (soggetti autistici, malati mentali, disabili gravi, ecc.)

Obiettivi e Finalità

Per noi operatori Shiatsu, questa bellissima arte orientale è qualcosa di più che un insieme di tecniche efficaci per riequilibrare il normale fluire energetico dei meridiani. E' uno strumento che porta ad una comunicazione non verbale profonda con il ricevente. E' “prendersi cura” dell'altro piuttosto che “curare” l'altro.

 

Questa osservazione è ancora più vera nell'ambito del volontariato, ovvero quando andiamo a trattare persone con gravi disagi fisici, psichici o emotivi. Mai come in questi casi, lo scopo di noi operatori Shiatsu non è quello di guarire i nostri riceventi, ma di andare loro incontro, di accoglierli nel modo più semplice e naturale, attraverso il contatto fisico.

Le persone disagiate vengono spesso emarginate dal resto del mondo, diventano come una parte di un unico corpo che non viene più ascoltata. Allora, il nostro compito è quello di andare incontro a questa parte di mondo sconosciuta per fare in modo che si esprima e venga reintegrata nell'unità.

Nel trattare queste persone, spesso osserviamo delle dinamiche che ci appartengono, magari in noi non sono così esasperate, ma sono le stesse e derivano sempre da una mancanza di “amore”, ed allora, trattare loro diventa come trattare noi stessi. E' per questo motivo che al termine del trattamento proviamo benessere, sia noi che loro. Si instaura una relazione “speciale”, molto difficile da esprimere a parole perché non si esprime attraverso il linguaggio della mente, ma del cuore. 

Un altro scopo de LAFONTE VOLONTARIATO è quello di diffondere il più possibile l'arte dello Shiatsu, in modo che questa disciplina venga utilizzata come strumento per fare un cammino di crescita personale, alla ricerca di una maggiore comprensione del proprio Se profondo, non per elevarsi sugli altri, ma per porsi semplicemente come tramite per favorire un ritrovato equilibrio ed armonia.

Alla luce di questo obiettivo, LAFONTE VOLONTARIATO si propone di fare dei mini percorsi formativi di Shiatsu, sempre in forma volontaria, in collaborazione con gli enti disponibili ad accogliere i progetti di formazione.

PROGETTI DI VOLONTARIATO

Attualmente sono in corso i seguenti progetti di volontariato:

- trattamenti Shiatsu agli anziani della casa di riposo di Seriate (BG)

- trattamenti Shiatsu agli anziani della casa di riposo di Gandino (BG)

- trattamenti Shiatsu agli anziani della casa di riposo di Albino (BG)

- trattamenti Shiatsu agli ospiti del centro Alzheimer di Albino (BG)

- trattamenti Shiatsu agli anziani della casa di riposo di Gazzaniga (BG)

- trattamenti Shiatsu agli ospiti del centro diurno di igiene mentale dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo

 

- trattamenti Shiatsu a persone con disabilità presso lo SFA di Gorle e la Comunità Socio Sanitaria Monte Misma di Cenate Sopra (BG)

- trattamenti Shiatsu a persone con disabilità presso il servizio CSE “Mulino a vento” della cooperativa sociale Lavorare Insieme di Almè (BG)

- trattamenti Shiatsu ai figli disabili dell’Associazione genitori di Palosco (BG)

- trattamenti Shiatsu ai figli disabili dell’Associazione genitori di Colzate (BG)

- trattamenti Shiatsu per le mamme dei bimbi dell'asilo nido di Nembro (BG)

Contatti

Chiunque fosse interessato a partecipare o conoscere i progetti di volontariato promossi da LAFONTE VOLONTARIATO per vivere la meravigliosa esperienza del volontariato Shiatsu, deve semplicemente farne richiesta attraverso i seguenti recapiti:

email: lafonte.volontariato@lafonteShiatsu.it

tel.: 0353692095