• +39 035 36.92.095
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

NORMATIVE

DISCIPLINE BIONATURALI, COSA DICONO LE LEGGI

IL QUADRO GENERALE

Le attività degli operatori nelle discipline bionaturali rientrano nel più vasto campo delle “professioni non organizzate in ordini e collegi”, regolate dalla Legge nazionale 4/2013. Si tratta di attività di prestazione di servizi o opere a terzi esercitate «abitualmente e prevalentemente mediante lavoro intellettuale, o comunque con il concorso di questo», che non prevedono l’iscrizione in albi o elenchi e che non sono disciplinate da specifiche normative (come invece avviene, ad esempio, per le professioni sanitarie, le attività e i mestieri artigianali, commerciali e di pubblico esercizio). Per queste categorie, il testo afferma che «l’esercizio della professione è libero e fondato sull'autonomia, sulle competenze e sull'indipendenza di giudizio intellettuale e tecnica, nel rispetto dei principi di buona fede, dell'affidamento del pubblico e della clientela, della correttezza, dell'ampliamento e della specializzazione dell'offerta dei servizi, della responsabilità del professionista».

A supporto del consumatore e della qualità dell’offerta, la legge dà la possibilità di costituire associazioni professionali – inserite in un apposito elenco del Mise Ministero dello Sviluppo economico - che adottino strumenti per «valorizzare le competenze degli associati, garantire il rispetto delle regole deontologiche, agevolando la scelta e la tutela degli utenti nel rispetto delle regole sulla concorrenza».

Image

LE DISCIPLINE BIONATURALI E LA LEGGE DELLA LOMBARDIA

In Lombardia è la Legge regionale 2/2005 a normare le discipline bio-naturali, a partire dalla definizione: «le prestazioni afferenti l’attività degli operatori in discipline bio-naturali – recita il testo - consistono in attività e pratiche che hanno per finalità il mantenimento del recupero dello stato di benessere della persona. Tali pratiche, che non hanno carattere di prestazioni sanitarie, tendono a stimolare le risorse vitali dell’individuo attraverso metodi ed elementi naturali la cui efficacia sia stata verificata nei contesti culturali e geografici in cui le discipline sono sorte e si sono sviluppate».

Attraverso un comitato tecnico scientifico, la Giunta Regionale ha ad oggi definito gli standard professionali e formativi di 37 discipline bio-naturali, tra i quali lo shiatsu, le tecniche cranioscarali, la riflessologia plantare, le tecniche manuali ayurvediche.

La Legge regionale ha stabilito anche l’istituzione del registro regionale degli operatori in discipline bio-naturali, suddiviso in sezioni corrispondenti alle diverse discipline, al quale «possono iscriversi coloro i quali abbiano seguito percorsi formativi riconosciuti dalla Regione in base a criteri definiti dal comitato tecnico scientifico. L’iscrizione nel registro – è precisato nell’articolo di legge - non costituisce comunque condizione necessaria per l’esercizio dell’attività sul territorio regionale da parte degli operatori». È stato inoltre istituito il registro regionale degli enti di formazione in discipline bio-naturali, condizione per l’accreditamento delle realtà formative e il riconoscimento dei percorsi formativi. Le modalità operative dei due registri sono definite dal decreto regionale (d.d.u.o.) n. 4669 del 29/05/2012. LAFONTE è accreditata registro degli enti di formazione dal dicembre 2012 (n. iscrizione 2012/DBNA119).

Image

LE NOSTRE SCELTE

Né la legislazione nazionale né quella regionale prevedono un titolo abilitante per esercitare professioni nel campo delle biodiscipline. La prima afferma infatti che «l’esercizio della professione è libero e fondato sull'autonomia, sulle competenze e sull'indipendenza di giudizio intellettuale e tecnica», la seconda che «l’iscrizione nel registro non costituisce condizione necessaria per l’esercizio dell’attività sul territorio regionale da parte degli operatori».

Ad oggi non esistono quindi diplomi regionali, certificazioni nazionali o internazionali, patentini o altre fantasiose definizioni che diano ai possessori una qualsiasi forma di abilitazione o autorizzazione pubblica ed istituzionalmente riconosciuta. Nessuna scuola, ente privato o associazione professionale può affermare che l’attestato o l’iscrizione nelle proprie liste abbiano valore "abilitante" alla professione.

Chiarito questo, resta la necessità di assicurare precisi livelli di qualità e competenza sia a chi intraprende un percorso formativo sia a chi si rivolge ad un operatore. LAFONTE ha partecipato attivamente ai lavori del Comitato tecnico scientifico per l’attuazione della legge regionale sulle discipline bio-naturali ed è soggetto accreditato per rilasciare gli attestati di competenza regionali (adottati con decreto regionale n. 7105 del 29/07/2011). 

Tuttavia, poiché, come visto, nessun titolo è abilitante e l’esercizio è libero, la scuola ritiene il percorso “burocratico” per l’ottenimento dell’attestato di competenza regionale un aggravio di costi e di passaggi non necessario nell’attuale cornice legislativa. Una posizione dettata dalla volontà di trasparenza nei confronti degli allievi e del mercato che non pregiudica la qualità dell’insegnamento. I piani formativi, infatti, fanno riferimento alle maggiori associazioni professionali di settore a livello nazionale e al Quadro Regionale degli Standard Professionali. La formazione rispetta, quindi, i programmi, i monte ore e le verifiche messi a punto dai soggetti istituzionalmente coinvolti e riconosciuti nella progettazione dei percorsi professionalizzanti. È lasciata all’allievo la scelta di iscriversi al registro regionale così come quella di procedere con l’iter per la certificazione delle competenze.

Contatti

Indirizzo
Via Buratti, 57 - 24124 Bergamo
Telefono
+39 035 3692095
Dove siamo
Clicca qui per la mappa

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

LaFonte
LaFonte
Ente di formazione in discipline Bio Naturali Iscritto al Registro Reg. della Lombardia
(Accreditato Sez. B)
Image
Associazione Shiatsu Bergamo APS
Iscritta al Registro Provinciale delle APS di BG al n. 270
C.F.: 95232000166 - P. IVA: 04244350163
Privacy Policy© 2020 Scuola LaFonte Via Buratti, 57 - 24124 Bergamo | P. Iva 04244350163 C.F. 95232000166